ItalianoEnglish

Voucher per la partecipazione alle Fiera 2019 con un contributo a fondo perduto fino a € 5.000


SCARICA IL BANDO

Menz & Gasser

La cantinetta vini diventa high tech

Si chiama iAm enolution o, semplicemente, iAm. È una linea di cantinette che promette, come suggerisce il nome, di rivoluzionare la conservazione del vino nei ristoranti. A metterla a punto è stata Enofrigo, l’azienda di Borgoricco, in provincia di Padova, specializzata nella produzione di mobili refrigerati, neutri e riscaldati per la ristorazione professionale.

Gustus, il Salone Professionale dell’agroalimentare, dell’enogastronomia e della Tecnologia, in programma a Mostra d’Oltremare Napoli dal 18 al 20 novembre, sarà la sede in cui iAm verrà proposta al pubblico professionale.

La chiave su cui ha puntato Enofrigo nello sviluppo di questo nuovo prodotto è l’innovazione: una scelta coraggiosa in un ambito, quello della refrigerazione, che si basa su una tecnologia consolidata e il cui il mercato è “drogato” dalla presenza di molti prodotti di costo basso e di dubbia qualità. Gli esiti di questa corsa al ribasso si vedono, purtroppo, nel servizio del vino, che nella media dei ristoranti italiani lascia spesso molto a desiderare: troppe volte le bottiglie vengono portate in tavola a temperature sbagliate, perché conservate male, oppure sono raffreddate al momento, magari usando il congelatore, provocando al contenuto uno shock termico che influisce anche su aromi e profumi.

Una progettazione accurata ed un design ricercato

È un progetto che ha richiesto importanti investimenti e  un attento lavoro di ingegnerizzazione, uniti a una grande attenzione per il design, sviluppato con un affermato studio milanese.

La linea iAm si presenta, in effetti, con molte caratteristiche innovative, come la modularità e l’eco-sostenibilità. In particolare la sostenibilità di iAm si concretizza in una riduzione eccezionale del consumo energetico, (fino al 60% in meno rispetto a una cantinetta concepita in modo tradizionale). Risultato che è il frutto di un’attenta scelta dei materiali, tutti riciclati e riciclabili, e di una cura particolare nell’isolamento termico. Non solo. Sostenibile è anche l’impatto acustico delle cantinette iAm, che sono assolutamente silenziose. Si ha così la possibilità di sfruttare al meglio i volumi per privilegiare massima capienza e perfetta visibilità del prodotto. Non dimentichiamo, infatti, che le cantinette non servono soltanto a conservare il vino, ma anche a mostrarlo al pubblico e svolgono al tempo stesso una funzione tecnica e di immagine per il ristorante. Sceglierle con attenzione sarà sempre più importante per il ristoratore.