Dal laboratorio di pasticceria che sfornava cornetti e dolci tipici napoletani surgelati per i panifici del vesuviano alla grande impresa che oggi distribuisce in Italia oltre 200 prodotti. Tutto in mezzo c’è la storia della Dolciaria Acquaviva, nata nel 1979 nel vesuviano e che ora vive nello stabilimento casertano che produce oltre 200 tipi di creazioni fra cui il consumatore può scegliere per le esigenze della sua giornata.

Dal cornetto artigianale degli albori ad Ottaviano, negli anni si è arrivati all’odierna gamma di prodotti che va dalla prima colazione allo snack dolce, al dessert, allo snack salato e al pane, di cui nell’ultimo triennio l’azienda ha distribuito circa 105 milioni di pezzi, con una crescita del 62%.

Risultato felice di un’intuizione vincente del capostipite Mario, avuta quando, con l’aiuto dei tre figli Pierluigi, Giuseppe e Marco, decise di ampliare la piccola attività iniziale, sia in termini di assortimento prodotti che di volumi, per soddisfare la sempre crescente richiesta, diventata in breve tempo a carattere nazionale.

“La nostra attuale gamma di prodotti, con più di 200 articoli diversi fra dolce e salato, è tra le più grandi e diversificate nel mercato – spiega Pierluigi Acquaviva, uno  dei titolari dell’azienda – Questo ampio assortimento è in grado di ottimizzare il servizio che possiamo offrire ai nostri clienti, che possono acquistare da un unico fornitore anche prodotti “di nicchia”, con evidenti vantaggi logistico-amministrativi e con un consistente incremento dell’efficienza generale”.

I prodotti rappresentano ancora oggi il trionfo anche della napoletanità: se si pensa al dolce infatti, accanto a cornetti e plum cake ci sono pastiere e sfogliatelle ricce e frolle mentre per chi sceglie salato, si va dal pane fino alle pizze.

Poi ci sono alcuni fiori all’occhiello come il cornetto Multicereali, che sposa il concetto benessere con quello del gusto, o come il cornetto Regal, a lievitazione naturale con aggiunta di burro.

La linea Regal in particolare, nasce dal lievito Madre, elemento che dona al cornetto una struttura fragrante e soffice, un sapore delicato e qualità superiore, frutto anche delle 48 ore di lavorazione che l’azienda dedica al suo prodotto di punta.

“Il successo della storia di Dolciaria Acquaviva è legata a quattro regole che ispirano il lavoro – dice Pierluigi – qualità d’eccellenza, passione per la tradizione, innovazione continua e customer satisfaction. E’ grazie ad essi che siamo riusciti a raggiungere obiettivi di crescita a due cifre negli ultimi dieci anni”.

La qualità, resta quella dell’epoca del laboratorio artigianale e per questo i manufatti Acquaviva conservano lo stesso valore di sempre. Quindi, selezione attenta delle materie prime e processo produttivo che deve riprodurre tutte le fasi di un processo manifatturiero artigianale. Perché la storia, a tavola o al banco di un bar, si fa anche così.