Dal 17 al 19 novembre alla Mostra d’Oltremare l’appuntamento con l’Expo dell’Agroalimentare.

Prodotti mediterranei, focus sulla carne e tecnologia per l’alta cucina: in vetrina il pescato nostrano campano, le tipicità del territorio e le grandi firme del caffè.

Le eccellenze della ristorazione saranno ospiti della kermesse organizzata da Progecta. Arriva un progetto per la riduzione degli scarti. Gli chef della Federazione Italiana Cuochi spiegheranno come mangiare bene senza rinunciare al gusto.
LUNEDI IN FIERA CONSEGNA DELLA TARGA AI 7 CHEF ECCELLENZA DELLA CAMPANIA PER IL RICONOSCIMENTO GUIDA MICHELIN 2020

Nuove stelle Michelin brillano nel cielo di Napoli mentre alla Mostra d’Oltremare si accendono le stelle del firmamento di GUSTUS che anche quest’anno, da domenica 17 a martedì 19 novembre, porterà nei padiglioni del polo fieristico partenopeo i protagonisti della Cucina di Alta Gamma.

E così, come in un continuum con le scelte della Guida Michelin, Napoli confermerà l’eccellenza fra i fornelli del nostro territorio e della cucina nazionale con showcooking e formazione riservata a chef giovani e collaudati, con le lezioni e le dimostrazioni pratiche dei professionisti della Federazione Italiana Cuochi, partner dell’Expo Agroalimentare organizzato dalla Progecta di Angioletto de Negri insieme all’Unione Regionale Cuochi Campani ed Unicredit.

Giunta quest’anno alla sesta edizione, GUSTUS focalizzerà l’attenzione sulle eccellenze del territorio e su alcuni temi di particolare attualità nel mondo dell’agroalimentare e della ristorazione. Fra questi, la questione dello spreco alimentare.